Seguici su CarServer Twitter CarServer Twitter CarServer Twitter
AREA RISERVATA
CLIENTI
PARTNER
OPERATORI
Accedi
IL MONDO
CAR SERVER

NEWS ED EVENTI

Consulta le ultime novità dal mondo Car Server e rimani sempre aggiornato sui nostri eventi.

AUDI E-TRON
pubblicato il 12/02/2019


​Il suv elettrico per tutti i giorni

Audi e-tron, il primo SUV completamente elettrico a trazione integrale di casa Audi, è il capostipite di una famiglia di veicoli 100% elettrici ed è destinato a diventare una delle migliori green del 2019, con dimensioni da auto familiare, interni spaziosi e un design minimal chic di nuova generazione che la fa assomigliare ad una versione più spaziosa della Q5, ma con una aerodinamica migliorata.

Moderna senza essere stravagante, sportiva ma usabile tutti i giorni, la nuova Audi non è costruita su una piattaforma specifica per i veicoli elettrici ma su una versione ampiamente modificata della MLB già utilizzata per la Q7 e la Q8. È alimentata da un gruppo propulsore rappresentato da due motori che utilizza una batteria agli ioni di litio da 95 kWh, ed è in grado di sfruttare una ricarica rapida da 150 kW, tanto da riuscire a ricaricare l’auto in soli 30 minuti: le batterie possono raccogliere 95 kWh di energia che garantiscono un’autonomia di 400 km. In alternativa alla carica super rapida, e-tron può essere ricaricato anche con corrente alternata collegandosi alla rete domestica in poco più di 8 ore, grazie ad un adattatore di corrente specifico, ma l’aspetto più innovativo è sicuramente il sistema di recupero dell’energia attraverso un sistema di frenata elettro-idraulico integrato che regala fino al 30% in più di autonomia.

Le fasi di ricarica sono controllate dal sistema Audi Connect, sia dal cellulare che dallo schermo di bordo, con un sistema in grado di attivare, a pagamento, anche altre funzioni latenti, come ad esempio quelle relative agli indicatori di direzione che si illuminano in sequenza, al parcheggio semiautomatico, alla radio Dab e quelle relative ai fari.  I fari led di serie infatti sono disattivati e si comportano da comuni luci a fascio fisso ma possono essere sbloccati da remoto in modo da godere in pieno di tutte le prestazioni, compresi antiabbagliamento e illuminazione adattativa, per un lasso di tempo definito e modificabile.

In puro stile Audi, E-tron è proposta con pelle Valcona per rivestire i sedili, alluminio spazzolato per le finiture e linee a sviluppo orizzontali per aumentare la sensazione di spaziosità e si distingue anche per l’impianto audio Bang & Olufsen 3D Premium. Per quanto riguarda gli interni, la plancia è molto simile a quella di A6 e Q8, con due ampi schermi a sfioramento nella zona centrale, il primo a gestire anche il clima. Materiali e finiture sono quindi all’altezza del marchio tedesco mentre rappresentano una novità assoluta i due schermi di 7’’ nei pannelli delle porte, posizionati accanto alle maniglie, che sostituiscono gli specchietti retrovisori e mostrano le immagini riprese dalle telecamere. Questo specchietti virtuali sono un optional ma contribuiscono a ridurre sia la resistenza all’aria durante l’avanzamento che i fruscii.  Le immagini catturate dalle telecamere esteriori appaiono su schermi OLED posizionati tra la porta e il cruscotto.

Chi compra la nuova e-tron inoltre, in virtù di un accordo con Enel X, ha diritto a 3.300 kW gratuiti in due anni che dovrebbero bastare per coprire 14.000 km, mentre con un’apposita card si ha già accesso all’80% delle colonnine pubbliche in tutta Europa.


continua a leggere

LA FLESSIBILITÀ: UN PLUS PER TUTTI
pubblicato il 07/02/2019


La formula del noleggio a lungo termine rappresenta ormai una realtà consolidata nel mondo B2B e sta conquistando terreno anche nell’universo dei privati. In entrambi i casi, sia che si parli di un veicolo destinato all’uso personale che di una flotta aziendale, una delle variabili con maggiore incidenza sulla qualità del servizio offerto è la flessibilità, ovvero la capacità di rispondere in qualsiasi momento alle esigenze del cliente, anche quando queste esigenze cambiano.

Il contatto diretto con i clienti è da sempre un valore imprescindibile di Car Server, anche là dove il mercato si presenta come frammentato e il contatto come capillare, ed è il caso dei privati e dei professionisti. Da sempre la strategia dell’azienda si muove nella direzione di un crescente e proporzionale rafforzamento della propria squadra di consulenti. L’azienda guarda avanti e anticipa gli obiettivi che il Piano di Sviluppo poliennale poneva al 2020, con un orizzonte di continua crescita che abbraccerà competenza, trasparenza e innovazione, con progetti di mobilità elettrica, rinnovamenti sul fronte delle piattaforme web e dei configuratori d’auto, che forniranno ai driver nuovi servizi operativi e informativi. Ma questo non basta: ogni cliente parla una propria lingua, bisogna saperla ascoltare ed avere le giuste soluzioni pronte. Client is the king, è il nuovo mantra, e il mercato dell’automotive e del noleggio a lungo termine non fanno eccezione.

I bisogni dei clienti al momento della stipula del contratto possono cambiare nel tempo e bisogna saper prevedere questi cambiamenti. La formula all inclusive già di per sé garantisce servizi di manutenzione, assicurazione e gestione degli imprevisti, a fronte di una rata fissa costruita in base alla durata e ai Km percorsi dalla vettura, ma è proprio nella gestione di questa variabile che si misura la flessibilità di un’azienda e che ne costituisce, nel caso di Car Server, uno dei principali vantaggi competitivi.

Ogni cliente deve poter includere nel proprio contratto determinati servizi e condizioni assicurative, e soprattutto avere la possibilità di una riparametrazione retroattiva del contratto stesso, a costi fissi, ad esempio adeguando le variabili di durata e percorrenza a nuove esigenze e analizzando annualmente il conguaglio chilometrico, ovvero il corrispettivo dovuto sulla base dell’effettiva percorrenza rilevata, includendo anche l’utilizzo dei veicoli sostitutivi e in anticipo, rispetto ai corrispettivi fatturati mensilmente o conguagliati in precedenza.


continua a leggere

48 NUOVE RISORSE VERSO IL 2020
pubblicato il 29/01/2019


Grazie ai risultati raggiunti con largo anticipo rispetto a quanto previsto dal piano poliennale 2017-2020, nel primo trimestre del 2018 Car Server ha approvato un nuovo piano che assesta l’incremento degli investimenti del 40% e del fatturato al 2020 ad oltre 400 milioni, corrispondente a un più 30% rispetto alle previsioni. Questa crescita importante e costante, dal 4,7% all’11% in un quadro generale europeo in cui le flotte delle principali società di noleggio a lungo termine nel 2016 sono cresciute intorno all'8%, ha portato l’azienda al sesto posto tra i noleggiatori in Italia, con oltre 12 mila nuove immatricolazioni, un aumento dei contratti che ha registrato un + 24% ed il conseguente aumento della flotta di veicoli circolanti del 20%.

Car Server ha rilanciato quindi il Piano 2020, così approvato dal CdA: dai 32.000 veicoli circolanti al 31 dicembre 2016 a 60.000 in quattro anni, con un incremento intorno al 90%, investimenti pari a 1 miliardo di euro per l’acquisto di nuovi veicoli e di 8 milioni di euro in risorse umane.

Sul fronte dell’occupazione, in particolare, a dicembre 2018 il totale dei dipendenti ha raggiunto quota 180 con 48 nuovi inserimenti ad integrare tutte le diverse aree operative e che rispecchiano un’equa distribuzione rispetto alle varie fasce di età, dai giovani e giovanissimi alla prima esperienza fino ai 53 anni. Il nuovo assetto può contare ora su due nuove risorse nell’area degli acquisti auto, cinque nell’area degli acquisti tecnici, due nell’amministrazione, quattro nel commerciale B2B, tre nel commerciale B2C, una nell’area facility, una nell’area consegne e logistica, una nel marketing, quattro nel remarketing, cinque nel servizio clienti, venti nelle filiali. Persone, quindi, e non solo dati, che traducono ogni giorno la visione aziendale in una mission concreta di vicinanza fisica al cliente, all’utilizzatore e alle loro esigenze.


continua a leggere

AUTOMOTIVE TREND: CLIENT IS THE KING
pubblicato il 22/01/2019


Il 2018 è stato l’anno che ha decretato definitivamente l’inizio dell’Era del Consumatore. Colossi come Google e Amazon stabiliscono record ogni anno e i clienti si affollano ovunque si presenti l’occasione di fare esperienze all’insegna della comodità e del controllo. Anche nel settore automobilistico, dove le aspettative dei clienti sono più alte che mai e aumenta la domanda di esperienze online uniche e altamente rilevanti. Impersonale è frustrante: questo è quello che sembra emergere dai trend di comportamento dei customers in tutti i settori.

Oltre a questo, l'esperienza mobile sta diventando sempre più importante, con una proliferazione che ha raggiunto il punto in cui gli smartphone sono ormai lo strumento di acquisto standard, se non ancora in Europa, di sicuro Oltreoceano. La customer centricity è una tendenza imprescindibile quindi, anche nel settore automobilistico. L'esperienza del cliente ha cambiato l'industria automobilistica e continuerà a farlo anche in futuro.

Questa nuova attenzione alla comprensione del cliente comporta un importante cambiamento di prospettiva, dal "fascino per il cromo" al "fascino per le persone", come ha descritto Felix Stöckle, esperto di marchi e di crescita. Non si parla più quindi solo del prodotto. Fino a poco tempo fa, se avessimo chiesto ad un dirigente di una casa automobilistica le tre cose più importanti per quanto riguardava le automobili, probabilmente avrebbe risposto: “In primo luogo, il prodotto. In secondo luogo, il prodotto. E in terzo luogo, il prodotto”. Questa mentalità sta diventando sempre più una cosa del passato.

Per rimanere competitivi occorrono quindi nuovi metodi per comprendere i consumatori e il mercato, individuare le mutevoli abitudini di acquisto e reagire di conseguenza. Se il vecchio modo di vendere automobili aveva molto in comune con il venditore di auto usate in piedi sul piazzale, in cui il venditore deteneva il potere determinando quali informazioni erano disponibili e pertinenti per l'acquirente, oggi non è più così. Con pochi tocchi dei loro smartphone, i consumatori possono ottenere tutte le informazioni di cui hanno bisogno su qualsiasi veicolo. Possono accedere rapidamente alle recensioni dei giornalisti commerciali, confrontarle con i modelli rivali e vedere se qualcun altro offre l'offerta migliore, tutto in completa autonomia. Questo comporta anche che più fattori influiscono nella decisione di acquisto. Ogni giorno milioni di persone si rivolgono ai social media per far conoscere al mondo le loro esperienze, pensieri e opinioni, e l'effetto cumulativo di tutte queste chiacchiere sociali ha creato il più grande pool di dati sui consumatori che sia mai esistito.

Per un'industria piena di consumatori appassionati come l'industria automobilistica, l'opportunità offerta dall'ascolto sui social media è quindi, se non esaustiva, sicuramente di primaria importanza: il 38% dei consumatori consulta i social media prima dell'acquisto di un'auto. I segnali dell'acquirente sono già lì, insieme a molte informazioni sulle sue abitudini, sui suoi gusti e sulle sue preferenze. Basta saper ascoltare.


continua a leggere